La scoperta deivacciniha portato nell’ambito della salute e della sopravvivenza dei bambini unostrumento unico contro una serie di patologie gravie, in molti casi, addirittura mortali.
L’azione dellevaccinazioni per i bambinisi basa su una stimolazione dianticorpiparagonabile a quella indotta dall’organismo umano quando viene attaccato da microrganismi patogeni.

Oltre alle vaccinazioniobbligatorie, ne esistono altre, del tuttofacoltative, in grado di scongiuraremalattie potenzialmente gravi: stiamo parlando del vaccini antipertosse, antimorbillo, antirosolia, antimeningite da meningococco C, antimeningite da meningococco B.
Vediamoli quindi a uno a uno.
Lapertosse, se contratta nel primo anno di vita, pu portare complicazioni gravi a livello dell’apparato respiratorio e nervoso. Il vaccino, somministrato per via intramuscolare, pu essere diviso in 3 dosi singole a partire dal 3 mese di vita del piccolo. Pu portare, come tutte le vaccinazioni bambini, una leggera febbre e un po’ di irritabilit.
Il terribile rischio di contrarre lameningite Cpu invece venire escluso dall’antimeningococco C. E’ somministrabile a partire dal secondo mese di vita e diventa attivo trascorse due settimane dall’iniezione intramuscolare fatta nella coscia del bambino. Gli effetti collaterali sono lievi e si limitano a un leggero arrossamento della zona.
L’antimeningococco Besclude la malattia di Hib, in praticala forma di meningite trasmissibile attraverso l’aria respirata. Oltre alla meningite questo batterio pu provocare nei bambini in tenerissima et,infezioni laringee e polmoniti. Il vaccino, consigliabile soprattutto per bambini pi esposti al rischio, quelli cio che frequentano asili nido o che comunque vivono in collettivit viene somministrato per via intramuscolare in 3 dosi singole a partire dal 3 mese di vita.
Gli effetti collaterali sono quelli comuni a tutte le vaccinazioni bambini: solo un leggero indolenzimento nella zona dell’iniezione e un po’ di sonnolenza.

Glialtri vaccini per bambini, antiparotite, antimorbillo e antirosolia, possono esseresomministrati per via intramuscolare tramite un’iniezione trivalentenon prima del 12/13 mese di vita del bambino e, solitamente, non creano alcun problema.