Negli ultimi anni sono state molte le strutture ospedaliere che si sono attrezzate per offrire alle future mamme la possibilit di svolgere un parto in acqua.
I benefici della scelta del parto in acqua sono molti, in particolare la possibilit di alleviare il dolore che si prova durante il partosenza lutilizzo di farmaci.

Ma come si svolge il parto in acqua?
La futura mamma si immerge in una vasca larga circa due metri e alta meno di un metrorealizzata in vetroresina perquestioni igieniche, si tratta infatti di unmateriale facileda igienizzare.Lacqua allinterno della vasca viene mantenuta costantemente alla temperatura di 37 gradi, una temperatura delicata che adatta al rilassamento della mamma e che non traumatizzer il bambino al momento della nascita.
Lacqua viene mantenuta pulita con lazione di un meccanismo di ricambio dellacqua grazie al quale si possono eliminare eventuali sostanze organiche che si disperdono nellacqua durante le varie fasi del travaglio.
Durante il travaglio la mamma ha la possibilit di muoversi, entrare e uscire dalla vasca, cambiare posizione.

Il parto in acqua un parto dolce che porta alla mamma numerosi vantaggi senza pregiudicare la salute del bambino. Inoltre il bambino beneficia di una nascita meno traumatica in quanto passa di fatto da un liquido ad un altro. Ecco quindi i vantaggi pi importanti di questa scelta che consente unesperienza positiva in cui il rapporto madre-figlio cominci nel migliore dei modi:
– Lacqua ha un effetto rilassante e quindi la mamma meno concentrata sul proprio dolore
– Diminuiscono gli ormoni legati allo stress
– La fase di travaglio diventa pi breve e si riducono i tempi necessari per la dilatazione
– Diminuisce la possibilit di lacerazione durante la fase di espulsione perch i tessuti sono pi distesi
– Lacqua alleggerisce il peso della pancia sui reni e quindi il parto meno faticoso.

Purtroppo lo svolgimento del parto in acqua non sempre possibile, sono infatti controindicate le gravidanze a rischio, le gravidanze gemellari e le gravidanze che non hanno ancora raggiunto le 37 settimane di gestazione o che hanno superato le 41 settimane.
Per quanto riguarda il bambino, perch il parto possa avvenire in acqua deve essere nella giusta posizione (non podalico) e non deve avere una frequenza cardiaca troppo bassa.
Inoltre ci sono altri requisiti di carattere sanitario e medico: per la sicurezza del personale medico i test sierologici devono essere tutti negativi, devono essere assenti infezioni cutanee o febbre e infine il travaglio deve essere gi iniziato e non deve essere necessario un monitoraggio continuo.